giovedì 21 gennaio 2016

Wardrobe Architect: week 7

Oltre al colore tinta unita, le mie stampe preferite sui tessuti sono




Il pied de poule (anche pied-de-poule) è un tessuto a navetta con effetto di colore, ottenuto grazie all'uso di filati in colore contrastante a formare un caratteristico disegno che ricorda una zampa di gallina.



Il tartan è un particolare disegno dei tessuti in lana delle Highland scozzesi. Il kilt, il tipico gonnellino scozzese, è realizzato in tartan e difatti questo tessuto è considerato un simbolo tradizionale della Scozia. Originariamente il tartan era realizzato in lana, oggi si utilizzano anche altri materiali.
Questo disegno (in Italia si chiama scozzese) è ottenuto con fili di colori diversi che si ripetono con uno schema definito, uguale sia nell'ordito che nella trama, denominato sett. L'armatura del telaio per tessere il tartan è la saia. I blocchi di colore si ripetono verticalmente e orizzontalmente in un modello distintivo di quadrati e linee che, intrecciandosi, danno l'apparenza di nuovi colori miscelati da quelli originali. Il Tartan è spesso chiamato plaid in Nord America, ma in Scozia un plaid scozzese è una tela appesa sopra la spalla come fosse un accessorio del kilt, o in alternativa una semplice coperta da disporre su un letto.
Tessuto a pois







Tessuto gessatoche da sempre simboleggia una rigorosa eleganza. E che viene spesso associato a gangster, o a dandy, anche femminili
Pinstriped: ovvero gessato, strisciato, a righe. La caratteristica di questo tessuto, che può essere in lana pettinata o in flanella, sono le sottili righe bianche che lo percorrono







Tessuto sale e pepe: disegno  con un motivo costituito da piccoli punti. Viene creato attraverso l’uso di filati di colori contrastanti solo nell’ordito o nell’ordito e nella trama, in rapporto 1:1 o 2:2; in armatura a lino, a saia o a crêpe.  Il nome deriva dal suo aspetto grigio e bianco, che ricorda proprio quello del sale e del pepe rovesciati su una superficie.



Tessuto principe di galles generalmente in bianco e nero, ma non mancano le varianti; fantasia caratterizzata dalla presenza, all'interno di quadrati, di quadratini più piccoli o di disegni a pied di poule.




Tessuti anni '60 optical e psichedelici













Tessuti a tessuti a spina di pesce: tessuto con una lavorazione che assomiglia a una spina di pesce (o a una spiga), un intreccio contrastante a saia di fili chiari e scuri

mercoledì 20 gennaio 2016

Wardrobe Architect: week 5 e 6

 


Qual è il significato dei colori? Cosa può indurre una persona a preferire un colore anzichè un altro? Il colore più affine ai propri gusti o quello più lontano possono svelarti diversi aspetti del tuo carattere. Inoltre la predilezione per un determinato colore può corrispondere a un ben preciso stato d'animo o momento della vita di una persona. Anche il temperamento di un individuo può essere svelato dalla scelta di un colore come pure le attitudini e il carattere.

Dopo un'attenta osservazione dei miei abbinamenti la predilezione verso il nero e verso la scala dei grigi è evidente, mentre colori tendenzialmente forti e vistosi solitamente li scelgo per gli accessori, che spiccano in maniera rilevante sui capi indossati.



Il NERO rappresenta la negazione assoluta, il "no" radicale, è la tinta dell'opposizione dietro la quale può esprimersi una rivendicazione di potere.
Il GRIGIO è il colore della perfetta neutralità, una terra di nessuno priva di vita. Chi lo sceglie tende alla distanza e al non coinvolgimento. E' il colore della nebbia, dell'ombra e del crepuscolo, dell'eleganza e della distinzione. Indica incertezza, purezza, franchezza, sensibilità, superficialità e mancanza d'autostima. L'intelligenza è notevole, ma ha un carattere inflessibile e tende a giudicare severamente gli altri. Solitario, cerca di tenersi a distanza dalla confusione, un po' introverso, può sembrare freddo, inavvicinabile e poco cordiale, timido e chiuso, ha paura di affrontare la vita. Teme l'imprevisto e gli stimoli esterni, detesta il compromesso e non accetta di lasciarsi coinvolgere, ama la verità ed è pieno di speranza.
Il ROSSO è il primo colore dell'arcobaleno e si ritiene sia anche il primo colore percepito dai bambini, il primo a cui tutti i popoli hanno dato un nome. In latino "rubens" (rosso) è sinonimo di colorato. Il rosso è il colore del cuore e dell'amore, del dinamismo e della vitalità, della passione e della sensualità, dell'autorità e della fierezza, della forza e della sicurezza, della fiducia nelle proprie forze e capacità. E' il colore del fuoco, del sangue, degli slanci vitali e dell'azione. Chi si veste di rosso si fa senza ombra di dubbio notare. Chi lo ama è ottimista, deciso, impulsivo, combattivo, competitivo, passionale, entusiasta, estroverso, autonomo. Cerca il prestigio e vuole dominare, ha bisogno di affermarsi professionalmente. E' dotato di un'intelligenza pratica e spirito di sacrificio.
Il rosso è stato abbinato a Marte, il dio della guerra e il pianeta rosso, per la sua natura aggressiva e per la sua associazione al colore del sangue.
Il VERDE è il colore della vegetazione, della natura, della rinascita primaverile e della vita stessa. E' il colore della natura, specie se associato al blu e al marrone. Il verde significa forza, perseveranza, equilibrio, stabilità, solidità, costanza ed un comportamento caratterizzato dalla perseveranza.
E' il colore della speranza, di chi vuole crescere, affermarsi, comandare. La scelta del verde indica autostima. La persona "verde" è calma e tranquilla, amante della stabilità, di una vita senza scosse ed imprevisti. Molta onesta, equa e realista, desidera sicurezza e continuità, è competitiva e un po' arrivista, ha difficoltà a collaborare con gli altri, non disdegna di mirare ad una certa affermazione personale. Prefissato un obiettivo, lo segue fino in fondo con decisione, grinta ed agilità mentale. Molto efficiente ed abile sul lavoro, in casa ama l'ordine e la pulizia. Un intellettuale dotato di grande moralità e di buon senso. Il verde è associato a Venere, dea dell'amore e della fertilità.
Il GIALLO è il colore del sole, dell'oro, dell’allegria, della felicità e della fantasia, caldo, gaio, tonico, dinamico, creativo. Rappresenta l'ottimismo, l’intelligenza, la saggezza, la parola, la vivacità, l'estroversione, la leggerezza, la crescita. Il giallo è il colore dell'illuminazione e della redenzione. Chi preferisce il giallo tende perciò al cambiamento e alla ricerca del nuovo, della liberazione dagli schemi. Chi lo ama ha un carattere aperto, ottimista, estroverso, divertente e scanzonato, sereno e cordiale. E' entusiasta della vita e s'infiamma facilmente. Tiene molto ad affermarsi e a conseguire posizioni di prestigio personale, cerca sempre esperienze nuove. Ha bisogno di una vita piena e intensa, pensa sempre al futuro in modo gioioso. E' molto convincente, ambizioso, vanitoso, coraggioso ma anche generoso, deve sentirsi importante. E' per luogo comune il colore della gelosia.
Insieme al verde è più facilmente percepito dall'occhio umano, che riesce a distinguere varie gradazioni di verde e di giallo. Chi indossa giallo si sente bene con se stesso, denota una forte personalità; è infatti il colore associato al senso di identità, all'Io, all'estroversione. Il giallo stimola la razionalità e l'emisfero sinistro del cervello, migliora le funzioni gastriche, stimolando la digestione e tonifica il sistema linfatico. Stimola l'attenzione e l'apprendimento, acuisce la mente e la concentrazione.
L'ARANCIONE è il colore dell'ottimista ad oltranza, della persona sincera e aperta. Per natura è allegro e vivace, il suo atteggiamento è in genere brillante, positivo ed energico. Il modo di ragionare è semplice, chiaro e lineare, molto coerente, affabile, abitualmente loquace, estroverso e socievole. Apprezza in pieno la vita, esprimendo sempre e ovunque coraggio, spontaneità e buonumore, ottimi i rapporti con gli altri. Rispetta tutti ed è dotato di grande umanità, ha sempre bisogno di conoscere ed essere coinvolto da interessi diversi.
Il VIOLA, che nasce dalla mescolanza di rosso e blu, è il colore della metamorfosi, della transizione, del mistero e della magia, preferito dai bambini, dalle donne incinte e dalle personalità immature. E' il colore tradizionale della mistica, della spiritualità ma anche della fascinazione erotica. Indica l'unione degli opposti, la suggestionabilità. E' il colore dell'arte, della fantasia, del sogno, dell'altruismo e della guarigione. E' sinonimo di dignità e nobiltà, intelligenza, prudenza, umiltà e saggezza. Il carattere "viola" è un po' difficile con tendenze opposte e inconciliabili. Ha bisogno di sentirsi libero, vuole affascinare, suscita ovunque simpatia e ammirazione. E’ molto disponibile e comunicativo, possiede grande umanità, coltiva interessi ad alto livello, colto e sensibile. Desidera aiutare gli altri in modo significativo, ha inclinazione per l'occulto, il magico e l'arcano. Ha buon gusto e cura molto il suo aspetto fisico. Raffinato cultore della bellezza e dell'arte, di una vita eccitante.

I colori sono davvero un linguaggio che esprimono uno stato d'animo chissà io sarò un mix fra questi..........


giovedì 14 gennaio 2016

Wardrobe Architect: Week 3 e 4




Nella terza settimana e quarta settimana gli esercizi erano mirati ad analizzare le forme degli abiti preferiti e giocare ad abbinarli per creare delle silhouette. un esercizio che focalizzava l'attenzione sulle forme o sui tipi di indumento favoriti. Importante scoperta: Polyvore. Ottimo strumento per creare in maniera semplice degli abbinamenti e scoprire nuove idee

So che non si doveva dare importanza ai colori ed agli abbinamenti fra i tessuti, ma è una mia mania, devo assolutamente abbinare colori ed accessori, così come borsa e scarpe impossibile per me differenziare i colori di borsa e scarpe!!!!!!!!
ecco qui i risultati:
----------------------------------------------------------

-------------------------------------------------------
----------------------------------------------------------
 ----------------------------------------------------------

 ----------------------------------------------------------
  -----------------------------------------------------
 -----------------------------------------------------
  ---------------------------------------------------
ovviamente la canotta bianca non centra ma adoro la collana.... si nota che adoro gli accessori appariscenti vero???????

la sarta in nero: la nascita

E' proprio a questo punto, dopo aver espresso con immagini il mio stile di base, che il mio cervello ha cominciato a far girare le rotelle e mi è balenata l'idea di creare un logo per il mio hobby, cosi oltre ad avere i miei abiti personalizzati ho pure la mia etichetta. Creare un logo è una sfida, significa condensare una serie di informazioni dentro un unico tratto.........alle volte occorre tempo alle volte è frutto di pochi secondi. Questo mi è apparso all'improvviso prima la scritta e poi il disegno, ovviamente rigorosamente nero su sfondo bianco, un tratto semplice che riporterò su un timbro ed a ogni mio nuovo abito.........voilà l'etichetta. Semplice no...... sono ancora indecisa sulla forma, tendenzialmente quella  quadrata, boh rifletto ancora un pò......
a presto con i prossimi aggiornamenti




mercoledì 13 gennaio 2016

Wardrobe Architect: Week 2


Ebbene si ho fatto un corso intensivo, visto che sono in ritardo di circa due anni sulla tabella di marcia di Colette,  nelle vacanze di natale mi sono data da fare........La seconda settimana mi ha aiutato ad individuare le sensazioni che  provo indossando i miei abiti preferiti ed al contrario quali sensazioni negative percepisco quando indosso un capo d'abbigliamento fuori dalle mie corde.
Infatti gli abiti sono un pò come la coperta di linus, danno sicurezza, sensazioni di agio e benessere. Come è assolutamente vero che quando indosso vestiti un pò al di fuori delle mie corde mi fanno sentire inappropriata e soprattutto ho sempre la maledetta impressione che tutti siano in grado di avvertire il mio disagio.......cosi come quando non si azzecca l'abbigliamento adatto alle diverse occasioni: una tragedia!!!!!!
Alle volte mi piacerebbe indossare capi eleganti e tacchi vertiginosi........ma poi la praticità ha sempre il sopravvento vuoi per pigrizia ......vuoi per motivi di lavoro, alle volte mi ritrovo in cantiere in mezzo alla terra e ricoperta di polvere, la tenuta elegante non è certo la migliore
Dopo una serie di analisi sono giunta a descrivermi in 5 parole: creativa, minimalista, pratica, semplice, unica

Su pinterest ho creato una bacheca che rappresenta il mio stile di base (core style), una collezione di 20 immagini che mi rappresentano e rispecchiano i 5 aggettivi scelti.




Wardrobe Architect: week 1


Personalizzare il proprio stile è come raccontare la propria storia al mondo, e riuscire a descriverlo in parole è una sfida, non sempre facile a dir la verità. Seguendo i consigli del progetto Wardrobe Architet, sono partita rispondendo alle semplici domande del test iniziale, analizzando le origini, la filosofia di vita, l'ambiente circostante e le persone che mi gravitano intorno.......... ho scoperto che il pregio di questo percorso è stato quello di avermi aiutato a ricostruire dalle origini il mio modo di vestire e rendermi consapevole dell'esistenza di un filo conduttore che unisce sempre l'inizio con le successive evoluzioni  riconoscendo che ciascuna età porta con se un cumulo di esperienza, determinati gusti e scelte che vanno formare lo stile. Tutto ha inizio nel periodo di maggior desiderio di unicità: l'adolescenza, momento in cui un individuo ricerca un proprio modo di essere per affermare la sua personalità, la ricerca spasmodica della diversità, delineando uno stile che riesca a connotarti come unico anche se etichettabile entro un genere più ampio......  il mio motto era BE DIFFERENT!!!!!!!! ora capisco che era un modo per dire al mondo io ci sono ed ho la certezza di essere unica, adottando uno stile forte che si esprimeva con un abbigliamento che non passava inosservato, specialmente in una piccola cittadina, Ebbene si il mio filone era lo stile Dark, italianizzato con questo nome ma proveniente da terra anglosassone con il nome di Goth. Teenager negli anni '80: parola d'ordine ASSOLUTAMENTE NERO, in contrasto con la mia carnagione tendente al mozzarella con effetto a dir poco stupefacente, solo mia mamma era completamente indifferente a tutto ciò e passeggiava con me per le vie, noncurante delle occhiate della gente: grande Piera!!!!!!!
Adoro tuttora la musica new wave, che continuo ad ascoltare, echo&the bunnyman, joy division, bauhaus,siouxie and the banshees, sister of mercy, the cure, nick cave, david bowie ...... ed il nero rimane sempre il mio colore preferito così come gli anfibi.
Il passare del tempo mi ha dato la possibilità di arricchire il mio bagaglio culturale ed il  corso di studi mi ha fornito la possibilità di esternare al meglio la mia creatività e la libertà di espressione indirizzandomi verso una linea prettamente minimalista e senza fronzoli.
La mia passione per gli sport outdoor mi ha fatto conoscere il rispetto per l'ambiente che mi circonda...... è vero io abito nel paradiso degli sport outdoor: Finale Ligure